Disturbi psicologici

La mia attività di psicologa e psicoterapueta è incentrata sull’analisi, lo studio e la risoluzione di problemi psicologici.

Per prima cosa è utile fare una distinzione tra due tipi di problemi:

  • i disturbi psicologici
  • le forme di disfunzionamento

I disturbi psicologici sono quei disturbi riconosciuti dalla nosografia psichiatrica internazionale che necessitano di un intervento di natura clinica poiché lo specialista interviene sul quadro clinico del paziente che vive forti disagi e difficoltà in molti ambiti della vita, ovvero in ambito familiare, lavorativo, sociale.

Le forme di disfuzionamento invece non comportano la presenza di un disagio clinico effettivo, ma richiedono comunque un intervento su un quadro che evidenzia elevati livelli di sofferenza psicologica.

La pratica terapeutica il cui obiettivo è ridurre o eliminare quei problemi psicologici che incidono negativamente sulla vita degli individui viene definita psicoterapia.  

Di seguito un elenco delle categorie in cui si dividono i disturbi psicologici di cui mi occupo ogni giorno:

DISTURBI COGNITIVI

sono disturbi che compromettono le funzioni razionali, come la capacità di ragionamento, la memoria, l’attenzione ed il linguaggio. Possono essere esempi di disturbi cognitivi la malattia di Alzheimer o l’Amnesia.

Disturbi d’ansia

sono disturbi in cui l’ansia si presenta in maniera cronica nella vita di un individuo e determina attacchi di panico, fobie, disturbi d’ansia generalizzata, disturbi post-traumatici da stress, disturbi acuti da stress e disturbi ossessivo-compulsivi.

Disturbi del comportamento alimentare

sono disturbi che incidono negativamente sulle modalità di alimentazione della persona, ovvero anoressia, bulimia, disturbo da alimentazione incontrollata.

Disturbi del controllo degli impulsi

sono disturbi per cui l’individuo è incapace di resistere all’impulso di compiere un’attività tendenzialmente pericolosa. Rientrano in questa categoria il gioco d’azzardo patologico, la cleptomania, la piromania, la tricotillomania, la dermatillomania, il disturbo del controllo della rabbia, il disturbo esplosivo intermittente.

Disturbi del sonno

sono disturbi che determinano anomalie sia sulla qualità che sulla quantità del sonno e creano comportamenti anomali durante il sonno, ovvero insonnia, ipersonnia, narcolessia, disturbo del sonno legato alla respirazione, disturbo del ritmo circadiano del sonno, disturbo da incubi, terrore del sonno (Pavor nocturnus), sonnambulismo, sindrome da gambe senza riposo, bruxismo, enuresi notturna.

Disturbi dell’adattamento

sono disturbi in cui, di fronte ad un evento difficile della vita, la persona reagisce in modo tale da compromettere il proprio funzionamento a livello sociale o lavorativo.

Disturbi dell’infanzia/adolescenza

sono disturbi che vengono diagnosticati per la prima volta nell’infanzia, nella fanciullezza o nell’adolescenza. Sono esempi di disturbi dell’infanzia i cosiddetti tic, i disturbi del comportamento dirompente, i disturbi dell’apprendimento (come la dislessia, la discalculia, o la disgrafia), i disturbi della comunicazione (balbuzie, fonazione, espressione), i disturbi della nutrizione e dell’alimentazione, i disturbi dell’evacuazione, il disturbo d’ansia di separazione, il disturbo da deficit dell’attenzione (ADHD), i disturbi pervasivi dello sviluppo, il mutismo selettivo, il ritardo mentale.

Disturbi dell’umore

sono disturbi che alterano l’umore influenzando negativamente la vita sociale, scolastica o lavorativa. Parliamo di depressione e del disturbo maniaco depressivo (personalità bipolare).

Disturbi della personalità

sono disturbi che si manifestano in comportamenti conclamati nel tempo e creano forti disagi alla persona. I più diffusi disagi della personalità sono: l’Antisociale, il Borderline, il Dipendente, l’Evitante, l’Istrionico, il Narcisistico, l’Ossessivo-compulsivo, il Paranoide, lo Schizoide, lo Schizotipico.

Disturbi dissociativi

sono disturbi che alterano profondamente la coscienza tanto da condurre la persona a dimenticare intere parti della propria vita o assumere una nuova personalità. Tra questi disturbi rientrano: l’amnesia dissociativa, la fuga dissociativa, il disturbo dissociativo dell’identità (Disturbo da personalità multipla), il disturbo di depersonalizzazione. 

Disturbi fittizi

sono disturbi in cui l’individuo simula di essere malato intenzionalmente per ottenere proprio quelle attenzioni psicologiche che normalmente vengono date ad un malato.

Disturbi psicotici

sono disturbi segnati da sintomi molto gravi, come le allucinazioni ed il delirio. Rientrano nella categoria il disturbo delirante, il disturbo piscotico condiviso, il disturbo psicotico breve, il disturbo schizoaffettivo, il disturbo schizofreniforme, la schizofrenia.

Disturbi sessuali

sono disturbi legati al comportamento sessuale che incidono negativamente sulla persona che ne è colpita ma anche sugli altri. Si parla di disturbi sessuali in caso disturbi del desiderio sessuale, da eccitazione sessuale, dell’orgasmo, del dolore sessuale, in caso di esibizionismo, feticismo, frotteurismo, pedofilia, masochismo, sadismo, voyeurismo.

Disturbi somatoformi

sono disturbi in cui si verificano problemi fisici in assenza di una reale causa organica. Sono disturbi noti come disturbi psicosomatici. Qui rientrano i disturbi di somatizzazione, il disturbo somatoforme indifferenziato, il disturbo di conversione, il disturbo algico, l’ipocondria, il disturbo di disformismo corporeo.

Una terapia efficace per il trattamento di questi disturbi è la Terapia Breve Strategica: un approccio terapeutico che si concentra sulla risoluzione del problema presente senza cercare cause nel passato.

 

Se vuoi saperne di più sui disturbi psicologici e su come risolvere questi problemi, contattami!